RICEVI I MIEI AGGIORNAMENTI PER EMAIL, ISCRIVITI​


Ma la terapia breve va bene anche per bambini e adolescenti?

In un momento come quello che stiamo vivendo questa domanda non è soltanto legittima, è fondamentale.

La pandemia ha segnato i bambini e gli adolescenti in modo netto.

Sentimenti legati a rabbia, paura, tristezza si affacciano quotidianamente nella loro vita, e non è sempre facile coglierli.

Un adolescente non ha la stessa capacità di un adulto di verbalizzare i propri stati emotivi, i propri vissuti, e un bambino meno che mai.

Avere un problema ma non saperlo descrivere può portare a un suo peggioramento.

Anzi avere un problema e non saperlo descrivere può portare a non capire di avere un problema, e le conseguenze ovviamente non si riflettono solo sui figli ne risente tutta la famiglia allargata, dai genitori ai fratelli, ai nonni, e ne può risentire anche la coppia genitoriale, la coppia di partner che non avrà le energie per affrontare nuove difficoltà tra di loro, oppure che non riuscirà più a gestire quelle che già erano in corso.

Partner che si stavano barcamenando tra le loro problematiche si ritroveranno un problema in più da gestire e non è detto che avranno l’energia le capacità e le risorse appunto per gestire le une e l’altro.

Naturalmente i problemi che i bambini avranno oggi potranno essere i problemi che vivranno da adulti di domani.

Quindi che possiamo fare?

E soprattutto, la terapia breve va bene anche per questo tipo di situazioni?

La risposta è sì.

Saprai che la terapia breve trova le sue radici nella psicologia sistemica, che iniziò il proprio lavoro con le famiglie, fu innovativa in questo, tanto che non a caso la nostra scuola di specializzazione si chiama “Psicoterapia breve sistemico strategica”.

Paul Watzlawick, Jay Haley, Gregory Bateson, Mara Selvini Palazzoli sono tutti nomi che non sono noti soltanto nella terapia familiare appunto, ma anche nella terapia breve.

Ovviamente tutto questo significa che sì, si può lavorare con bambini e adolescenti, e saperlo fare in tempi brevi è ancor più fondamentale con loro, sai perché?

Da un lato perché hanno meno risorse degli adulti:
le strategie di coping, l’esperienza, la capacità di mentalizzazione, verbalizzazione, elaborazione…

Queste altre caratteristiche non sono come quelle dell’adulto.

È vero che i bambini hanno una grande flessibilità e la possibilità di dire che davanti a loro hanno tutta la vita, ma è anche vero che gli impatti di un colpo possono vedersi più nel lungo termine, per questo oggi più che mai l’OMS ha detto di dedicare loro il giusto spazio, la giusta attenzione.

Dall’altro lato sul perché è importante lavorare in tempi brevi c’è la questione dell’etichettamento.

Portare un bambino, un adolescente in terapia, può favorire l’etichetta di “malato mentale” e ancora una volta lui o lei avrà meno risorse per liberarsi da questa etichetta.

Ecco perché la terapia breve è fondamentale: aiutarli velocemente limita l’impatto di questa etichetta, anzi la possibilità che fornisce la terapia breve di lavorare soprattutto attraverso i genitori su i propri figli limita ancora di più i danni di un eventuale etichettamento, o anche solo la possibilità di un eventuale etichettamento.

Questo è un modo fantastico per trasformare i genitori nei migliori terapeuti dei propri figli.

Insomma l’attenzione su bambini e adolescenti deve essere al centro della tua attenzione come terapeuta.

Per questo abbiamo deciso di aprire il primo Master in Terapie Brevi per l’età evolutiva.
Partirà a febbraio 2022, si terrà interamente online, darà diritto agli ECM, e avrà i nostri e le nostre migliori docenti di Terapia Breve.

Vedremo quali sono le basi della terapia breve con bambini adolescenti, studieremo le strategie e le tecniche migliori, impareremo il lavoro con e attraverso i genitori e la famiglia, e come sempre faremo tanta, tanta pratica, vedendo l’applicazione della terapia breve nell’età evolutiva in specifici contesti e per specifici problemi.

Se ti interessa vai ora su www.istitutoicnos.it nella sezione “formazione”, e cerca la sezione “Master in Terapie Brevi”.

I posti sono limitati quindi fa in fretta.

Vuoi applicare le Terapie Brevi nella tua pratica?
Segui i miei video su You Tube.
Partecipa a una delle mie formazioni.
contattami e chiedimi di più.

RICEVI I MIEI AGGIORNAMENTI PER EMAIL, ISCRIVITI​