Dove vuoi essere tra dieci anni? C’è una cosa che faccio ogni inizio anno, mi metto lì carta e penna e mi chiedo “Dove voglio essere tra dieci anni?”.
Pensaci, non è una domanda stupida.
Quando ti troverai a dover fare una scelta, per esempio tra il lavoro A ed il lavoro B, il progetto A e il progetto B, la scelta A e la scelta B, in base a cosa sceglierai?

Dovresti evitare il più possibile di fare una scelta basata su ciò che è urgente e ancora di più fare una scelta perchè “è giusto così”.

Tu lo sai chi sei, lo sai chi vuoi essere tra dieci anni, dovresti essere contenta di quello che fai, sei contenta di quello che fai, perché se oggi sei scontenta di quello che fai, tra dieci anni succederanno probabilmente due cose:
o hai una botta di cu** e la tua vita prende una svolta clamorosa, o sarai sempre più scontenta.

Segui la tua vocazione… L’hai già sentita questa frase no?

E cosa ti impedisce di farlo?

A volte sono le idee degli altri, specialmente di chi ci vuole bene, “mira al posto fisso” era una raccomandazione fattaci da chi ci vuole bene e voleva per noi un futuro migliore o felice, peccato che quella era la loro idea di futuro, un’idea che oltre a non essere necessariamente la tua idea ,era valida in quel presente, non necessariamente in questo.

Bada bene, quando dico che spero sia in via di estinzione non intendo dire che fosse una brutta idea, intendo dire che se hai lavorato per quella idea ma poi ti sei accorto che non era la tua idea…
Beh sei finito in un posto che non ti piace.

Segui la tua vocazione… ma che vuol dire?

Vuol dire che specialmente oggi c’è spazio per portare avanti la tua idea.

Ecco perché molti influencer hanno più successo di molti accademici, o perché un 25enne o un ventenne può avere successo con il suo business al contrario di chi era ventenne dieci o quindici anni fa.

Penso che oggi lamentarsi che non ci si riesce per via degli ostacoli sia ancora una realtà, ma che è più facile realizzare anche altre realtà.

Ci sono tante cose che non sono riuscito a fare e che non riesco a fare tutt’oggi per via di impedimenti dall’alto, ma che cosa posso fare?

Posso lamentarmi certo, ma lamentarmi e basta non cambierà il punto in cui mi trovo ora.

Segui la tua vocazione… e da dove si parte?

La mia idea è: parti da conoscere chi sei, conosci te stesso.

Essere costantemente sotto l’influenza degli influencers, se mi permetti il gioco, può essere destabilizzante.

Tutti che ti dicono come di vivere la vita e nessuno che ti dice la cosa più importante: che quella vita è la tua.

Quindi nessuno ti puoi dire veramente come va vissuta, nessuno ti può dire cosa è giusto per te, cosa ti rende felice e soddisfatto, contento di fare quello che stai facendo…
Ascolta, impara, ma poi trova la tua strada, e un modo per farlo, il mio personalissimo modo, parte da una domanda:

Dove vuoi essere tra dieci anni?

Vuoi applicare le Terapie Brevi nella tua pratica?
Segui i miei video su You Tube.
Partecipa a una delle mie formazioni.
contattami e chiedimi di più.