Nel suo libro Psicoterapie brevi, l’autore fa riferimento alla Terapia Breve Centrata sulla Soluzione (pur facendo l’errore di parlare molto del grande Bill O’Hanlon ma quasi per nulla di Steve de Shazer) con un passaggio che (e)semplifica i suoi presupposti.

Che succede se, anziché andare a concentrarci sui problemi, ci concentriamo sulle soluzioni? Che succede se non analizziamo il problema per risolverlo, ma indaghiamo cosa ha funzionato e cosa potrebbe funzionare, per poi metterlo in atto?

La Terapia Breve Centrata sulla Soluzione, che insegniamo nella nostra Scuola di Specializzazione in Psicoterapie Brevi Sistemico-Strategiche, nasce da questi principi e ad oggi conta centinaia di ricerche e 11 meta-analisi che ne comprovano l’efficacia.

Come dice Magglé, è stata una rivoluzione copernicana. E in più è uno di quegli approcci alla soluzione dei problemi umani che è divenuto interdisciplinare, capace di spostarsi dalla psicoterapia al coaching alla consulenza aziendale.