Senti ma facendo questa professione,
facendo lo psicologo,

hai pensato a che cosa significa per te avere successo?

Non è raro ne strano, ne tutto sommato un

problema ambire ad avere un certo grado
di successo nella propria professione,

però cos’è il successo e come fai ad
avere successo nella professione di psicologo?

In questo periodo l’amico e collega Luca Mazzucchelli,

che non mi paga un euro per quello che sto per dire,

ha lanciato un corso sul successo

ed esordisce con un concetto che condivido appieno:

che cosa significa per te successo?

Guarda questa è una cosa meno banale di quello che pensi,

magari per te successo corrisponde ad avere tanti soldi oppure

tanti pazienti, che non è la stessa cosa.

Oppure potrebbe combaciare con

l’avere un’approvazione da parte della comunità scientifica su delle tue idee,

delle tue riflessioni su come fare la psicoterapia.

O ancora potrebbe legarsi al fatto di aprire una scuola di specializzazione

o un centro di formazione!

Per me il successo si lega molto al fatto di avere

una certa sensazione di benessere legata

molto al fatto di sapere di star facendo
quello che mi piace fare.

Quindi, che ci siamo detti fin qui?

Che puoi avere successo solo nel momento in cui sai che cos’è per te.

Ad esempio nel tempio di Apollo a Delfi c’è scritto proprio “conosci te stesso”.

Per esempio, nel nostro gruppo Facebook
“Terapie Brevi”

tenevo un webinar sulla promozione da psicologo

dove spiegavo della necessità di concentrarsi su un settore

e ad un certo punto una collega mi chiedeva proprio:

“Ma come si fa, cosa consigli per capire

su quale settore concentrarsi piuttosto che su un altro?”

Ecco, “Conosci te stesso” è il primo passo per capirlo.

Io sono uno strenuo sostenitore del “Fai quello che ti piace”,

però ci sono due considerazioni che devi tenere in mente.

La prima appunto è che ti devi chiedere cosa ti piace,

se non lo sai il primo passo è quello di scoprirlo,

e un buon modo di farlo è quello di scoprire le tue inclinazioni.

Ad esempio se sei uno psicologo è probabile che tu legga parecchio,

allora dai un’occhiata alla tua libreria

e fai caso ad una cosa: quali sono le categorie di libri che ricorrono di più?

Ad esempio quelle sulla psicoterapia nell’infanzia,

quelle sui disturbi alimentari, quelle della psicologia del marketing,

della psicologia della disabilità…

…hai capito no?

Puoi ampliare questo “gioco”andando a vedere nella tua vita

da cosa sei trainato, cosa ti attira di più.

E una volta trovato,

scava!

Ma, una volta capito questo, come si fa ad avere successo?

E qui arriva il secondo punto.

In realtà a questo punto la strada dovrebbe essere molto più facile, perché

sai già qual è la direzione, magari non lo sai al 100%, magari ti aggiusterai,

però arriva il momento in cui sarai certa che la strada è quella giusta.

A quel punto ti devi un po’ dar da fare e seguire alcune piccole direttive

di cui per esempio già parlavo nel mio video
“Marketing per Psicologi”.

Però il secondo punto riguarda anche il fatto che “successo”

è anche il participio passato della parola “succedere”.

Deve succedere qualcosa “prima” affinché tu abbia successo “dopo”.

È il segreto che non è un segreto, secondo me è molto semplice:

devi sudare.

Ma devi sudare in due modi:

Il primo ovviamente è che devi studiare, studiare, studiare, studiare la psicologia e la psicoterapia

se vuoi essere uno psicologo di successo.

Mi sembra ovvio, e quindi neanche mi ci dilungo di più.

Ma il secondo è che devi studiare come si lavora!

Il successo non arriverà mai perché qualcuno ad un certo punto

si renderà conto di te e di quanto sei figo,

queste cose accadono solo nei film americani, a volte nemmeno in quelli,

e di sicuro non accadono in Italia,

e spesso neanche nei film italiani.

Devi allora metterti a studiare come arrivare dove vuoi arrivare.

Se per te “successo” significa avere tanti clienti,

non tanti soldi, tanti clienti

devi avere ben chiaro che studiare tutti i libri di Freud, di Jung e di Adler non ti servirà a quello,

magari ti servirà per essere un terapeuta più efficace.

Poi magari sul fatto che studiare tutti i libri di Freud, di Jung e di Adler

ti serva per diventare un terapeuta più efficace ne riparliamo in un altro video.

No scherzo, massimo rispetto per i colleghi Freudiani, Jungiani e Adleriani.

Se vuoi avere tanti clienti devi studiare come si fa ad avere tanti clienti!

Oppure ancora se vuoi che le tue idee passino alla comunità scientifica,

devi studiare anche come si comunica efficacemente

e quali requisiti sono necessari.

Se vuoi aprire una scuola di specializzazione, come abbiamo fatto noi,

devi studiare anche come si fa ad aprire e mantenere in piedi

una scuola di specializzazione di successo.

Il discorso mi sembra chiaro:

Psicologia ti ha insegnato come diventare uno psicologo efficace,

ma se vuoi scalare la montagna, arrivare in cima alla montagna

che ti sei prefissato di scalare, devi metterti prima a studiare, a capire

quali sono tutti gli strumenti necessari…

…prima che sia “successo”.

Ok, questa sintatticamente faceva schifo,

il professor “Tulli” mi starà lanciando contro saette di sintassi e di grammatica italiana..Mon Dieu!

 

Vuoi applicare le Terapie Brevi nella tua pratica?
Segui i miei video su You Tube.
Partecipa a una delle mie formazioni.
contattami e chiedimi di più.