Solo perché funziona non vuol dire che sia vero.
Ci si può rimettere al Fato, al Destino o a una forza sovrannaturale per ottenere X, ma il fatto che si otterrà X non significa che il Fato o chi per lui abbia qualcosa a che fare con esso – e tantomeno significa che esista una simile cosa.
La tua teoria è solo una spiegazione di come le cose potrebbero essere. E a quale pro?
Le metafore di certe psicologie sono affascinanti, ma sono solo metafore. A che servono? A capire meglio l’uomo? Ma “capire” è un mezzo: qual è il fine?
Se voglio capire per avere una soddisfazione, un appagamento mentale, un’illusione di possedere una comprensione più “vera” delle cose, allora va benissimo – sarebbe comunque onesto ricordarsi che è una delle possibili spiegazioni, metafore, illusioni.
Ma se il fine del “capire” è “risolvere un problema”, o prevenirlo, dovrei allora adottare la spiegazione, la metafora, l’illusione più adatta a raggiungere lo scopo.