Pensi mai che a volte è stiamo male perché ci hanno detto che siamo malati?
Strano? Impossibile? Stupido?
Fino a cento anni fa (l’età che oggi hanno alcuni nonni o che avrebbero molti di loro) fa molte di quelle che oggi qualcuno ancora chiama “malattie mentali” erano considerati “condotte immorali”, date dalla cattiva volontà della persona.
L’alcolismo è stata considerata tale a lungo anche dopo e lo è ancora in certi dibattiti.
Meno di 40 anni fa (un’età superata da praticamente tutti i papà e le mamme degli psicologi e degli studenti di psicologia che stanno leggendo) l’omosessualità era ufficialmente una malattia da curare. Oggi lo è ancora per molti “professionisti”. Molte ragazze e ragazzi omosessuali, negli ultimi 40 anni – e a volte ancora oggi – si sentono sbagliati, inadatti, malati, incurabili, colpevoli. Alcuni si uccidono per questo. Altri vivono una vita di insoddisfazione personale.
Attenzione alle etichette che creiamo.
Attenzione alle realtà che creiamo.