Di cosa decidi di parlare con i tuoi clienti?

Dei suoi problemi?
Dei suoi traumi?
Delle sue emozioni negative?11
Ok, ma perché?
Perché così potrà esserne più consapevole?
Potrà “elaborarli”?
Potrà “scaricarle”?
O, più genericamente, perché “è giusto così”?
O, peggio, perché “si fa così”?
E, soprattutto, il cliente cosa ne pensa?
Metti in discussione ciò che studi. Ricorda che ha almeno un genitore. E che non è Dio.