Tutte le psicoterapie sono efficaci,

questa affermazione ha esattamente 83

anni tanto è passato dal 1936 quando

solo rosenzweig pubblicò lo storico

articolo sul paradosso dell’equivalenza

delle diverse forme di psicoterapia

citando il famoso verdetto di dodo

personaggio riceverai e che affermava

che poiché tutti hanno partecipato tutti

meritano un premio

cosa abbiamo oggi potremmo dire che oggi

sono due grandi fazioni quelli che

dicono no non è vero la terapia xe più

efficace adrebbe y e quelli che invece

sostengono che ci sono una serie di

fattori comune a tutte le terapie che

sono quelli a determinarne l’efficacia

addirittura dicono one foldare email nel

loro libro già nei dibattiti e psico da

via che potrebbe non servire nemmeno che

la terapia sia sì scientificamente

provata al punto di vista della teoria

l’importante entra unica te che ci creda

il paziente cioè che sia lui a essere

convinto della sua efficacia

già mi immagino l’insorgere di molti

colleghi informazioni e soprattutto al

fatto che dover pensare che anni di

studio possano esserci relati inutili in

un certo senso anche se ne avrà poi non

è così

infatti se ci pensiamo da un lato è

naturale che di fronte ad affermazioni

simile uno psicologo ampia grandi

resistenze ha ispirato cinque anni

l’università durante i quali aveva

cominciato affezionati a un particolare

approccio psicoterapeutico mai passati

altri quattro una scuola di

specializzazione afferente a quel

modello sperando che

ti dà tutto quello di cui avete bisogno

spendendo tempo tall di energia e

comprendono marello e alla fine anche

continua da studiando andando in giro

per l’italia e per il mondo e congressi

corsi convegni fino a che punto arriva

uno che tiene a dire che il tuo fratello

non è più di calcio e di altri come si

fa in genere e poi è questo punto che il

collega giustamente sentito che lo sarei

anch’io porta una serie di dati a

dimostrazione del fatto che il solo dal

più efficace gli altri però ahimè qui

comincia a diventare una questione di

fede perché secondo efficace diverse

forme di psicoterapia anche di quelle

più lontane dagli approcci che se vuoi

io passi arti che troverai sempre una

serie di ricerche che ti diranno che

l’approccio hicks qualunque esso sia è

efficace qualcuno a questo punto basso

il numero di ricerche dicendo che alcuni

approcci hanno molti più studi rispetto

ad altri però questo non fa altro che

spostare la discussione su un punto di

vista quantitativo non stai dicendo che

il tuo approccio è meglio degli altri si

dice guido solo che per ora ha più studi

rispetto agli altri e il fatto di avere

di più non vuol dire essere meglio

qualcun altro invece mette sul tavolo

gli studi comparativi che mostrano che

l’approccio hicks è meglio

dell’approccio y magari specificatamente

per alcuni problemi però anche qui

anche qui ci sono altrettanti studi che

mostrano appunto il contrario oppure che

queste differenze se mettiamo insieme

tutti gli studi o sono discutibili non

sono così significative a me sembra da

quello che ho studiato che oggi non c’è

ancora un dato netto che abbia spazzato

via ogni ragionevole dubbio quindi la

domanda è

che fare e perché questo punto uno si

deve domandare se quale approccio chiare

6 a studiarne mail è però una risposta

che finora ho passato molto a quella di

scott miller

mi pare che l’abbia detta lui che dice

studia un approccio qualunque approccio

basta che abbia un minimo di ricerca

scientifica giusto per non confonderlo

improvvisate moleste e poi migliora come

terapeuta scott ha sicuramente le sue

ragioni nel dire questo perché proprio

nel miglioramento di trapè votavano nei

soli ultimi studi dell’ultimo decennio

però lo diamo un consiglio valido ma

farei un aggiunta infatti se è vero che

tutti gli approcci sono ugualmente

efficaci ancora nulla mi ha fatto

convincere tutti gli approcci siano

ugualmente efficiente due approcci che

risolvono ugualmente lo stesso problema

c’è una grande differenza

se uno si impiega di media 50 sedute un

atto semplice da cinque perché ci sono

domandiamoci delle persone che vanno a

determinati tape out i leader mi ad

approcci e media si stanno mesi e mesi o

anni anni mentre altre persone con altri

terapeuti di altri approcci in media ci

stanno delle settimane o al massimo

qualche mese risposte sono un’infinità

ad esempio concernono la persona il

problema ma il trap ha avuto i fattori

contestuali dicendo però concedono anche

la terapia

il modello seguito l’epistemologia

bracciata se il mio modello parte dal

presupposto che certi problemi di base

abbiano bisogno di tanto tempo per

essere risolti o se ritiene che il

cambiamento debba avvenire seguendo un

processo che per natura ha bisogno di

diversi incontri per essere

completamente raggiunto o ancora se si

vuole gli obiettivi che per come sono

progettati prevedono un percorso lungo a

terapia non potrà essere a breve termine

però in tutte queste situazioni

se ci pensi la natura del problema

natura il cambiamento la natura degli

obiettivi la stabilità il modello

terapeutico

cosa succede allora se segue un modello

che ipotizza invece

che problemi possono essere risolti poco

tempo che il cambiamento

tu lo puoi produrre in pochi incontri

magari che spesso possa essere

necessario solo avviarlo e che gli

obiettivi possano essere semplici e

raggiungibili in poche sedute

ecco in quel caso la terapia sarà per

forza di cose breve altre parole è vero

che la durata è una terapia dipende da

tanti fattori come la persona il

problema il terapeuta e così però è

anche vero che questi fattori si

influenzano tra loro e che in

particolare il mio modello

il modo in cui vedo le cose la realtà il

processo terapeutico influenzerà il modo

in cui vedo la persona il problema è il

modo in cui io posso aiutare gli altri e

quello che posso e che devo fare

ne andò conto che il discorso è lungo

che si potrebbero dire tante altre cose

spero in realtà che possa anche

aumentare un pochino di confronto e di

dibattito sull’argomento perché l’unico

modo che io vedo riuscire a crescere

come fessionisti volendo chiudere

parafrasando una risata ad una fase del

premio nobel itac singer

se pensi però che aiuta una persona ci

debba volere mediamente molto tempo ha

buone probabilità di diventare un

profeta

 

Vuoi applicare le Terapie Brevi nella tua pratica?
Segui i miei video su You Tube.
Partecipa a una delle mie formazioni.
contattami e chiedimi di più.